A SETTEMBRE IL VIA DEFINITIVO AI LAVORI DELLA PIAZZA

Priorità all’abbattimento barriere architettoniche e al sagrato

  Nel palazzo comunale la Giunta sta ultimando gli ultimi dettagli percompletare la progettazione che permetterà di avviare la fase di selezionedella ditta che sarà incaricata di realizzare i primi lavori diriqualificazione della Piazza Umberto I

Piazza Umberto INel palazzo comunale la Giunta sta ultimando gli ultimi dettagli per completare la progettazione che permetterà di avviare la fase di selezione della ditta che sarà incaricata di realizzare i primi lavori di riqualificazione della Piazza Umberto I.

Il Comune di Novedrate, tra l’altro, ha ottenuto uno stanziamento di 140 mila euro a fondo perso dallo Stato per i lavori della piazza che hanno permesso all’Amministrazione Comunale di dare un impulso deciso all’inizio delle opere ponendo particolare attenzione a due elementi: le barriere architettoniche e il sagrato della chiesa.

È chiaro che questa scelta degli Amministratori rappresenta un preciso orientamento: la risoluzione di un problema che condiziona da sempre la Chiesa parrocchiale e che andrà a favore delle persone diversamente abili e la messa in sicurezza dei gradini della scala principale di accesso alla Chiesa.

piazza umberto I - chiesaLa scelta di realizzare lo stralcio di queste opere del secondo lotto di riqualificazione alla piazza è anche determinato dalla trattativa tutt’ora in corso relativo al progetto integrato del comparto ex IBM che potrebbe permettere al comune di acquisire Villa Casana area direttamente interessata al contesto della piazza.

È evidente che lo spostamento dell’attuale sede del Municipio all’interno di Villa Casana, e l’eventuale attivazione di nuovi uffici e spazi all’interno di essa, andrà ad incidere su una parte notevole dell’area della piazza con la conseguente ripresa e verifica del progetto. Ma ciò non impedisce agli Amministratori di avviare un sospirato desiderio di riqualificare il salotto di Novedrate.

Ritornando ai lavori che saranno avviati, si tratta precisamente di due interventi avallati dalla Parrocchia e con il parere favorevole della Sovrintendenza ai beni culturali di Milano, per la realizzazione di un elevatore sul lato destro dell’ingresso della Chiesa in prossimità della Casa parrocchiale L’opera è uno stralcio del secondo lotto, in quanto il primo è già stato realizzato con l’abbattimento della vecchia torre acquedotto, la realizzazione del parcheggio sottostante, la sistemazione dell’accesso e del marciapiede antistante la casa del parroco.

scalini chiesaAttraverso una convenzione, che sarà siglata tra la Parrocchia e il Comune ultimati i lavori di realizzazione dell’elevatore e ottenute le opportune certificazioni, l’elevatore sarà consegnato alla Parrocchia che si farà carico della manutenzione ordinaria e straordinaria.

Secondo intervento, della fase dei lavori sarà il risanamento della situazione precaria dei gradoni del sagrato e la nuova illuminazione che metterà in risalto la Chiesa e la parte iniziale di via Taverna.

Costo totale dell’operazione 198 mila euro di cui 140 mila coperti dal contributo statale, pertanto il Comune sborserà 58 mila per il dare avvio alla realizzazione del progetto firmato dall’Architetto Marco Castelletti di Erba che curerà anche la direzione dei lavori.

Speriamo tutti, a breve, di vedere avviati e conclusi tutti i lavori previsti nel secondo lotto: rifacimento della pavimentazione, sistemazione dei sottoservizi e il posizionamento dei nuovi arredi.



 

Copyright © 2019 Comune di Novedrate